Archivi categoria: Aziende

realizzare siti web Gennaro Napoletano

Realizzare siti web professionali

Un sito web mal strutturato non può portare nuovi clienti ad un’attività commerciale o imprenditoriale.

Questo nonostante possa vantare un certo numero di visite.

Alla nascita del web nessuno poteva mai immaginare quanto fosse importante saper realizzare in sito perché nessuno poteva mai pensare a quanto sarebbe cresciuto il mercato del commercio on line.

Creare oggi un sito internet per entrare nel mercato on line e non affidarsi ad un professionista del settore è un autogol che potrebbe portare solo enormi danni ad un investimento economico comunque ragguardevole.

Tante le web agency che operano nelle città italiane, ma sono accomunate, in genere, da un concetto che è quello del creare dei sito che sono sole mere esposizioni di merci, dei siti vetrina.

Spiega Gennaro Napoletano, 35 anni, laureato in informatica, consulente senior ed esperto SEO nonchè Sviluppatore Web: “Il classico sito vetrina, non crea interazione con gli utenti, dato che non c’è un sistema per acquisire il contatto del potenziale cliente. Non vi è alla base una strategia orientata alla conversioni. La struttura del sito è spesso confusionaria e non permette agli utenti di trovare facilmente le risposte corrette alle loro ricerche”.

Bisogna pensare, è in definitiva il concetto del giovane consulente, che gli utenti vogliono trovare le informazioni che cercano rapidamente, senza inoltrarsi all’interno di un sito che spesso è peggio di un labirinto.

In realtà, va creato un sistema di azioni che permettano al sito web di essere davvero uno strumento determinante per avere maggiori contatti e trasformare dei potenziali clienti in veri acquirenti fidelizzati al brand.

“Il sito va ottimizzato nel modo migliore. E questo è il primo passo” ricorda Napoletano. Cosa significa? L’ottimizzazione di un sito viene eseguita, per gradi, attraverso vari processi che vanno dalla progettazione dell’alberatura del sito, alla pulizia del codice (molto utile tra l’altro per velocizzare i tempi di caricamento del sito), dalla scrittura dei testi, all’utilizzo dei meta tag, link e tante altre istruzioni ed indicazioni fornite dal nostro sito ai motori di ricerca.

L’ottimizzazione va poi intesa sia on site che off site, ovverosia per il primo considerare la parte attiva del sito, i contenuti, per intenderci, che devono essere composti da testi chiari, corretti, facilmente interpretabili, strutturati in parole chiave (le keywords).

Queste ultime devono essere ben distribuite nel sito per evitare che entrino in conflitto generando confusione (key stuffing) in chi legge.

“Nel nostro lavoro niente va lasciato al caso” è il commento di Gennaro Napoletano e questo è ancor più vero se pensiamo a quanto sia importante l’altro aspetto dell’ottimizzazione di una pagina web, quella definita off site.

In questo caso abbiamo a che fare con un altro problema che un realizzatore di pagine web non può non tenere conto: come fare per attirare i potenziali clienti verso il nostro sito?

Attraverso il link building, che altro non è che la costruzione di una serie di link che da altri siti catapultino verso il nostro.

In questo modo aumentiamo la link popularity del nostri sito.

Questi link devono essere pensati in maniera intelligente per fare in modo che il motore di ricerca li conosca e li accetti, e nello stesso tempo devono essere utili per il visitatore che cerca risposte alla sua ricerca.

Le pagine web poi, devono essere pensate per fare in modo che il visitatore non abbia remore a lasciare la sua email quando gli viene chiesto.

“E’ importante questo – spiega Gennaro Napoletano – perché ciò ci permette di creare una mailing list”.

Disporre di una lista del genere vuol dire avviarsi verso una fidelizzazione del cliente, potergli inviare delle offerte personalizzate sapendo che quasi certamente lo interesseranno.

Per Gennaro Napoletano, consulente SEO e sviluppatore web, la creazione di un sito web è una sfida che deve essere vinta se si vuole dare concretezza la proprio progetto di sviluppo della propria impresa.

D’altra parte, la crescita esponenziale del mercato on line fa sì che la progettazione di un sito web non può essere più cosa da affidare ad un dilettante, ma occorre scegliere un professionista affermato che abbia esperienza in questo delicato settore.

Non è cosa da poco se pensiamo che solo a Napoli la crescita delle vendite on line è lievitata del 160 per cento, e a Avellino di oltre il 130 per cento.

Un flusso di decine di miliardi che testimoniano come l’attenzione del consumatore sia sempre più focalizzato sul mercato in rete.

Proprio questa crescita impressionante deve far riflettere l’imprenditore: “Spendere bene per avere il meglio” è il motto di Gennaro Napoletano che invita a diffidare di chi non può vantare una corretta professionalità.

Per chi è interessato, il sito di Gennaro Napoletano è: posizionamentomdr

Aprire e gestire un negozio eBay

Su eBay è possibile non solo seguire i suggerimenti per ogni tipo di categoria che offre il mercato, ma anche e visitare i negozi online e e-commerce.

Negozio eBay offre molti vantaggi perché per il privato di un trader è in grado di mostrare tutto quello che vende esposti come in una vetrina, personalizzabile nell’aspetto e precisa nelle sue inserzioni.

Se siete interessati ad uno specifico prodotto, ricercare i negozi che lo vendono sul sito è molto semplice e tramite questi è facile optare per il prezzo più conveniente e la bacheca più affidabile: basta controllare il costo dei vari oggetti presenti sullo store e dare un’occhiata ai feedback.

I feedback per Negozio eBay sono fondamentali: essi esprimono il grado di soddisfazione dei clienti hanno provato una volta acquistato il prodotto.

In primo luogo è necessario effettuare la registrazione e a questo proposito si può scegliere tra diverse soluzioni, che soddisfano le diverse tariffe per i diversi tipi di annunci, che sono stati con modalità acquista ora o un’asta online.

A seguito di acquisti, naturalmente, sul sito calcolare, ha anche una propria percentuale di ritenzione dell’economia in vendita, la commissione che varia a seconda della categoria di prodotto.

In secondo luogo si consiglia di configurare il tuo Negozio per attirare l’attenzione del compratore interessato.

Gestione marketing e il layout vetrina molto importante e spesso si consiglia di associare il logo in esercizio commerciale, in modo che anche online-riconoscibile per il pubblico.
È possibile personalizzare il testo e inserire immagini, creare promozioni sulla pagina e installare i font e la grafica per vetrine in combinazione con i colori giusti per la tua attività commerciale.

Al fine di gestire correttamente il Negozio questo, naturalmente è importante incoraggiare il più possibile; per questo si consiglia di aggiungere ulteriori informazioni nell’intestazione dei prodotti, in modo che il Negozio di meglio si è visto; e personalizzare vetrine creati appositamente per le diverse categorie di oggetti in vendita, aggiungere notizie sulla storia o la fabbricazione di articoli.

Anche l’ordine deve essere preciso per l’acquirente che può essere necessario visualizzare gli oggetti può ultimi in Negozio.

Le procedure sullo smaltimento rifiuti speciali non pericolosi

La disciplina relativa allo smaltimento dei rifiuti speciali è disciplinata dal decreto legislativo 152/06 e individua sia le varie categorie incluse in questa branca che tutte le procedure riguardanti la loro eliminazione o recupero.

Lo smaltimento dei rifiuti speciali non pericolosi

Tra i rifiuti speciali definiti non pericolosi rientrano tutti gli scarti derivanti dalla produzione di attività agricole e industriali, i prodotti derivanti dall’esercizio di attività artigianali o commerciali, i prodotti delle attività di servizio e quelli di recupero derivanti dallo smaltimento; quindi sono inclusi anche gli scarti derivanti dalla depurazione delle acque reflue o derivanti da opere di abbattimento di fiumi.

Tra i rifiuti speciali si annoverano anche quelli dotati di una certa pericolosità in quanto contenenti sostanze nocive per l’uomo e per l’ambiente, grazie all’introduzione del codice CER ossia il codice identificativo dei rifiuti, è possibile stabilire il grado di tossicità posseduto dal rifiuto speciale. Per lo smaltimento dei rifiuti speciali non pericolosi molte aziende presenti sul territorio nazionale e internazionale offrono un efficace servizio di trasporto del materiale a domicilio e consentono una rapida eliminazione di tutti gli scarti non nocivi.

La normativa riguardo le operazioni di smaltimento di questa tipologia di rifiuti consentono maggiore libertà rispetto a quelle previste per i rifiuti pericolosi, ad esempio l’obbligo della tenuta del registro di scarico e carico delle merci è prevista solo verso le imprese che si occupano della creazione di prodotti artigianali o industriali.

Le operazione di smaltimento devono necessariamente essere eseguite da personale esperto nel rispetto di tutte le normative previste in materia e dell’ambiente in generale.
Le aziende che vogliono procedere allo smaltimento dei rifiuti speciali non pericolosi hanno il compito di verificare anzitutto la corrispondenza con il codice CER presentando una scheda identificativa del rifiuto, gli esperti dell’impianto eseguono in seguito tutti i controlli e le analisi di riscontro su campioni del rifiuto, ed infine procedono con lo smaltimento o il recupero.

Il materiale portato presso la discarica per lo smaltimento può infatti essere riciclato per la produzione di prodotti da inserire nel mercato dando così una continuità al sistema produttivo.

Per ogni chiarimento e informazione relativa allo smaltimento dei rifiuti speciali non pericolosi, è sempre consigliato rivolgersi a una ditta specializzata nel settore in grado di fornire al cliente tutte le informazioni necessarie e di indicare quali rifiuti speciali sono nocivi o meno per la scelta del trattamento più adeguato.

Le discariche di conferimento devono essere dotate di tutte le autorizzazioni previsti dalla legge e hanno l’obbligo di dotarsi di tutte le misure di sicurezza atte a proteggere gli operatori e l’ambiente.

 

gekoprint

Gekoprint, l’azienda innovativa, online, attenta all’ambiente

Oggi, sempre più, l’immagine conta. Prestiamo molta attenzione alle immagini, ai colori, alle forme. E questo è uno dei motivi per cui sempre più aziende ricorrono alla consulenza di grafici professionisti sia per creare quella che è la loro immagine coordinata, sia per campagne pubblicitarie. Il punto fermo, però, posto che sul mercato si trovano diverse agenzie di grafica, è quello di rivolgersi a professionisti seri e con una certa esperienza, come Gekoprint.

Gekoprint, l’azienda di grafica online che rispetta l’ambiente

Sul mercato ci sono moltissime aziende che si occupano di grafica, molte di queste hanno già scoperto l’importanza di operare sul web. Una però ha capito anche quanto sia importante rispettare l’ambiente e avere su di esso il minor impatto possibile, è Gekoprint Srl, l’azienda di grafica digitale che si differenzia da tutte le altre proprio per questa sua sensibilità.

Gekoprint è ormai una realtà consolidata, con una grande esperienza nel settore sia della grafica che della stampa, ottenendo una posizione di leadership su tutto il territorio nell’ambito della stampa digitale. Oggi l’azienda è in grado di offrire un servizio di e-commerce in grado di soddisfare le più diverse esigenze, sia in Italia che all’estero.

Punti di forza dell’azienda

Come abbiamo detto ci sono moltissime agenzie di grafica pubblicitaria e di stampa digitale, ma Gekoprint ha come punto di forza non solo l’essere attenta alla sostenibilità, quindi all’ambiente, ma anche ai costi. L’obiettivo dell’azienda è quello di riuscire a soddisfare sempre le esigenze del cliente con i costi più bassi possibile, ma senza rinunciare alla qualità di un prodotto professionale.

Com’è possibile tutto questo? Semplicemente avvalendosi della partnership delle migliori aziende del settore con le quali intessere delle collaborazioni vantaggiose per tutti, soprattutto per il cliente. Solo così si possono ottenere i prezzi più bassi del mercato nonostante l’elevata qualità dei prodotti offerti, ma vediamo, appunto, quali sono questi prodotti.

Servizi offerti da Gekoprint

Gekoprint è in grado di stampare su tutti i formati, dal biglietto da visita fino al libro, dai manifesti per l’affissione ai supporti rigidi, quindi tutto quello che serve per una campagna di comunicazione di elevata qualità e massima efficacia.gekoprint2

Come si procede? Si chiede una consulenza agli esperti grafici di Gekoprint, assieme a loro si studia la strategia migliore per la propria azienda, e poi si pianifica il lavoro, che si tratti di una campagna o che si tratti dell’immagine coordinata dell’azienda. Il risultato sarà sempre di massima qualità e con un basso impatto sull’ambiente.

 

 

antifurto ponteggi

Impianti antintrusione per ponteggi e cantieri

Gli impianti antintrusione sono fondamentali al giorno d’oggi per tutte quelle aziende che si occupano di costruzione e ristrutturazione, soprattutto per edifici residenziali e pubblici.

Ponteggi allarmati

I ponteggi in particolar modo costituiscono un punto di vulnerabilità per gli edifici, in quanto possono essere utilizzati da malintenzionati per compiere dei furti. Approfittare delle impalcature, soprattutto quelle classiche e fisse, risulta semplice e i ponteggi  diventano un accesso facile e veloce a balconi e finestre situati anche a piani elevati.

Per questo negli ultimi anni si utilizzano ormai obbligatoriamente sistemi di allarme ponteggi che monitorizzano le strutture edili onde evitare spiacevoli visite.

In cosa consistono gli allarmi per ponteggi

allarme ponteggiGli allarmi per punteggio sono impianti progettati appositamente per le esigenze dei cantieri edili. Consistono in una serie di sensori installati in punti sensibili tali da coprire tutta la superficie del ponteggio. Sono semplici da installare e contemporaneamente sono molto efficienti, per questo vi sono aziende specializzate che oltre a venderli li noleggiano.

Al di fuori degli orari di lavoro questi sistemi vengono attivati e permettono di segnalare la presenza di intrusi. Naturalmente le imprese edili sono assicurate nell’eventualità di furti e adottando questi sistemi di sorveglianza ricevono sconti sulle polizza sottoscritte.

 

Vantaggi rilevanti

I furti eseguiti sfruttando la presenza di ponteggi sono un numero molto elevato e di conseguenza sono cresciute anche le richieste di risarcimento da parte di coloro che hanno subito i furti nei confronti delle imprese edili.

Ne consegue che, anche se non esistono leggi che obbligano all’uso di sistemi di allarme, il loro utilizzo è sempre più diffuso, in quanto protegge l’azienda stessa dalle conseguenze legali in seguito a furti avvenuti utilizzando i ponteggi.

Tenendo conto che questi impianti di sorveglianza possono proteggere non solo i ponteggi, ma anche tutto il cantiere, compresi i macchinari, il loro utilizzo diventa  veramente fondamentale per non incorrere in episodi legali che costerebbero davvero cari ad un’impresa edile, nonostante le polizze assicurative.

Molti casi di risarcimento danni, infatti, hanno condannato le imprese coinvolte attribuendo loro la responsabilità di reato di incauta custodia del bene. Si capisce bene quindi quanto convenga ad un’impresa edile accertarsi che il ponteggio e le strutture adibite ai lavori siano in una situazione tale da non creare pericolo agli abitanti degli edifici coinvolti e a coloro che vi transitano.

Oltre all’impianto di allarme, quindi è bene che vi sia una cartellonistica che faccia da avviso e deterrente, oltre ad un’adeguata illuminazione nelle ore notturne. Inoltre le scalette che servono per salire sui ponteggi devono essere rimosse a fine orario lavorativo, in maniera tale da rendere almeno più complicato l’accesso agli stessi ponteggi.

 

 

Prodotti legno composito: alta qualità e resistenza

L’usura e il logoramento sono i principali nemici di un ambiente esterno: immaginate una pavimentazione esterna per giardino, esposta alle intemperie, agli sbalzi climatici, al calpestio continuo, al sole rovente e al gelo. Per rivestire un pavimento esterno c’è quindi bisogno di un materiale diverso dal legno, che possegga caratteristiche tecniche come la resistenza, la durevolezza ed il confort. In edilizia e in arredamento si punta al legno composito, un prodotto realizzato in laboratorio grazie al mix tra legno polverizzato e un polimero.

I vantaggi del legno composito

Le caratteristiche di questo materiale di ultima generazione sono a dir poco straordinarie. In primo luogo, tra i vantaggi del legno composito vi è la resistenza: gli addetti ai lavori lo hanno realizzato tenendo conto degli standard di qualità più alti. Oltre ad essere ignifugo, il legno composito resiste ad ogni tipologia di abrasione, all’effetto dei raggi UV, all’attecchimento di muffi e funghi, alle condizioni ambientali anche più estreme. Altre qualità del legno composito sono: eco compatibilità e riciclabilità al 100%, nessuna necessità di manutenzione periodica, garanzia di 25 anni per attacco di muffe, termiti, insetti. Naturalmente è importante rivolgersi ad aziende specializzate che sappiano trovare le soluzioni più adatte al proprio ambiente, a condizioni economiche che siano vantaggiose.

Decking  legno composito: NGWood Padova

Il settore del legno e del decking richiede competenza e professionalità: ci sono aziende che, più di altre, si affermano sul mercato perché credono fermamente che soddisfare le esigenze dei clienti sia l’obiettivo da non perdere mai di vista. Nel caso di NGWood, azienda della provincia di Padova, la passione e l’innovazione hanno creato un mix strepitoso, per cui è diventata un punto di riferimento importante per il Veneto, il Nord Italia e non solo. Le pavimentazioni esterne e i complementi di arredo in legno composito sono i cavalli di battaglia di questa azienda veneta, che ormai vanta un’esperienza decennale in questo settore. Trattandosi di materiale che va applicato all’esterno, la posa in opera del legno composito richiede particolare attenzione. Tale operazione viene compiuta da NGWood avvalendosi della maestria e competenza di operai specializzati: si tratta di un lavoro di squadra che consente di risolvere sul nascere eventuali problemi tecnici e stilistici. Come altre aziende del settore, anche NGWood segue la linea “green”: la produzione del materiale di rivestimento, quale appunto il legno composito, avviene senza provocare inquinamento di alcun tipo e senza che vengano abbattuti alberi nelle foreste.

impresa agricola

Avviare un’azienda agricola, cosa serve e come si fa

Già da qualche tempo si sente dire in giro che i giovani stanno tornando alla terra e questo, in realtà è assolutamente vero. Infatti, a causa dell’incerto contesto economico, sempre più ragazzi, una volta ultimato il percorso di studi, restano a casa senza avere la possibilità di trovare lavoro, e allora puntano tutto sulla terra, già da tempo abbandonata dopo il boom economico. Ma per chi vuole avviare un’azienda agricola qual è il percorso più adatto? Scopriamolo qui di seguito.

Avviare un’azienda agricola, ecco come

Chi ha già esperienza nel settore, sicuramente partirà avvantaggiato rispetto a chi non ha proprio idea di cosa serva per avviare questo tipo di attività. Il primo punto di partenza è un progetto. Se si ha già un terreno si potrà adattare il progetto in base alla disponibilità di ettari, chi invece deve acquistare o affittare, potrà valutare gli spazi in base alle proprie necessità.

L’ideale sarebbe poter disporre di circa 3,5-4 ettari di terreno in modo da poter mettere a dimora delle coltivazioni da vendere in modo diretto, ma anche un piccolo allevamento, per esempio di maiali e galline ovaiole.

La burocrazia

Dal punto di vista burocratico è necessario avere meno di 40 anni per poter avere il titolo di imprenditore agricolo o di coltivatore diretto. Tra le prima cose da richiedere, senza dubbio, il consulto con un commercialista, in modo da avere il consiglio migliore, tuttavia, generalmente, occorre aprire una partita iva almeno come ditta individuale, se è possibile come società semplice.

L’azienda agricola deve essere iscritta necessariamente alla Camera di Commercio. Il regime fiscale che si va a prendere è il regime speciale Iva Agricola che prevede il versamento di un’imposta che viene versata al fisco in base a quello che è il prodotto venduto. Si può poi accedere anche a finanziamenti a fondo perduto per avviare determinati progetti, ma anche qui è meglio farsi aiutare da un commercialista onde evitare errori.

I macchinari indispensabili

azienda agricola2Passiamo ora alla parte pratica. Per avviare un’attività agricola, sono necessari i macchinari per lavorare il terreno, e qui si potrà cominciare piano piano acquistando prima quelli strettamente necessari in base alla produzione che si vuole avviare. L’impianto idrico è indispensabile, così come gli stalli e i recinti per eventuali animali. Un investimento deve poi essere fatto sugli impianti liquame se si vuole ottimizzare la produzione animale, il costo verrà ammortizzato in tempi contenuti se ci si prefissa degli obiettivi facilmente raggiungibili a breve termine.

Infine si deve considerare l’eventuale assunzione di uno o due dipendenti perché il lavoro in un’azienda agricola è duro, quindi da soli è impossibile fare tutto nel modo più proficuo.

Impermeabilizzazione innovativa

Un nuovo metodo di impermeabilizzazione

La Tecsit System ha inserito nel settore edile un nuovo sistema di impermeabilizzazione per tetti e pavimenti esterni. Per evitare infiltrazioni di acqua in molte superfici, non si dovrà più ricorrere all’uso di fastidiose e ingombranti guaine che prevedono un impianto con l’uso di fiamma ossidrica, considerato da tempo un metodo datato oltre che pericoloso. Nel mercato, oggi sono stati introdotti nuovi prodotti impermeabilizzanti di grande qualità, composti da un unico componente a base di resina poliuretanica liquida.

La resina liquida viene applicata a freddo, in questo modo si crea un resistente strato di membrana aderente ed estremamente elastica che avvolge le superfici rendendole idrorepellenti.

La resina in poliuretano si distingue per le innumerevoli proprietà meccaniche, chimiche e termiche. Essa è resistente anche alla esposizione diretta e continua ai raggi UV. L’uso del prodotto impermeabile Tecsit è innovativo per la sua semplicità di applicazione e presenta un costo notevolmente inferiore rispetto alla concorrenza.

Dove può essere usata la resina poliuretanica

La resina impermeabile può essere impiegata in diverse aree interne ed esterne. Il prodotto impermeabile Tecsit può essere applicato sotto i rivestimenti o a vista. È possibile impermeabilizzare diverse zone interne continuamente esposte al contatto con l’acqua e con i vapori, come per esempio nelle pareti della cucina, in bagno e in stanze d’appoggio. Una perfetta impermeabilizzazione è garantita nel tempo anche applicata in aree aperte costantemente esposte ai raggi solari, agli sbalzi termici e ad abbondanti flussi di acqua come giardini, terrazze, balconi, soffitti e tetti.

Particolarmente indicato è l’uso della resina poliuretanica in ambienti esposti anche a consistenti pressioni carrabili e pedestri come strade, ponti, tunnel e tribune di stadi.

L’utilizzo della membrana Tecsit offre innumerevoli vantaggi; innanzitutto è semplice da applicare e non presenta giunture, il che esclude ogni possibilità di infiltrazioni d’acqua inoltre resiste alle temperature basse e a quelle alte. La resina è resistente al contatto con prodotti chimici, oli e detergenti di uso comune.

I prodotti in resina poliuretanica sono i seguenti:

  • Tecsit PRO: per impermeabilizzare e proteggere le superfici;
  • Tecsit ProT: impermeabilizzante trasparente e alifatica;
  • Tecsit Pro PB2K: poliuretano-bituminosa;
  • Tecsit Pro 2KW: utile per impermeabilizzare strutture che contengono acqua potabile;
  • Tecsit Pro EXTRA: super resistente e ultra impermeabile;
  • Tecsit RAINCOAT: adatta a rivestire superfici in calcestruzzo;
  • Tecsit Pro Detail: per superfici con dilatazioni differenti.
azienda produttiva

L’azienda competitiva ha basi solide

Hai un’azienda ma non ti senti ancora davvero competitivo? Le motivazioni possono essere le più diverse, ma quello di cui devi 72XRwMmqxP assolutamente occuparti e di rendere le basi della tua impresa davvero solide. Come si fa? Ovviamente il modo più indicato è quello di organizzare perfettamente tutta la gestione dei manager e del personale che dipende da loro. Una struttura solida e organizzata è il modo migliore per rendere l’attività competitiva.

Azienda competitiva e adeguata alle normative

Una cosa essenziale per un’azienda che sia di successo è quella di essere sempre al passo con le normative. Purtroppo i vari cambiamenti di governo e di legislatori ha fatto sì, negli ultimi anni, che le normative siano tante e diverse, al punto da renderne davvero complessa l’interpretazione e il conseguente adeguamento. Questo porta a diverse problematiche, tra cui la principale è quella che si possono commettere degli errori irreparabili e che possono costare davvero troppo.

Un esempio può essere quello di un licenziamento ingiusto. Il fatto che tu sia il titolare di un’azienda, non significa che puoi licenziare a tuo piacimento i tuoi dipendenti, devi assolutamente seguire quelle che sono le normative e attenerti solo a quelle. Diversamente, il tuo dipendente ti può fare causa e allora per te inizierebbero i guai, anche seri. Una vertenza ti può costare cara, non è mai una cosa consigliabile, anche per le grandi aziende, dato che sono sempre seccature.

Ti serve un legale che ti segua

azienda efficienteChiaramente il modo migliore per restare sempre aggiornato e senza doverti mettere a studiare personalmente le varie normative, è quello di avere un avvocato o comunque uno studio legale che segua le pratiche della tua azienda. Pensa solo ai diversi contratti di lavoro per le figure professionali delle quali ti avvali di solito, qualcuno che possa gestire le differenti problematiche inerenti proprio ai contratti di lavoro.

Un altro aspetto da non trascurare è quello della sicurezza. Anche in questo ambito devi necessariamente porre qualcuno a capo della sicurezza e tutelarti dal punto di vista legale, perché quando accadono incidenti sul posto di lavoro, anche se non sono gravi, sono sempre intoppi che tolgono risorse all’azienda, diminuendo, sovente, anche la sua produttività.

Contenziosi e controversie

Purtroppo poi devi considerare che un’azienda, soprattutto quando diventa grande e competitiva, può essere protagonista di contenziosi. Non si parla solo di contenziosi all’interno dell’azienda stessa, ma anche nella gestione delle trattative e nelle relazioni con i clienti e i fornitori.

Soprattutto per quanto concerne fasi delicate come quella del recupero crediti o di gestione dei rapporto con l’estero, perché magari si opera anche con altri mercati al di fuori di quello del nostro Paese. Insomma, ci sono così tanti aspetti da considerare per cui l’unico modo è quello di strutturare tutto in modo davvero preciso e funzionale, assegnando a ciascuno un ruolo attivo affinché tutti i comparti funzionino in modo efficiente e sincronizzato.

In ultima istanza, vanno valutati con grande attenzione anche gli investimenti, e anche in questo ambito l’avvocato aziendale gioca un ruolo fondamentale.

Controlli endoscopici e test non distruttivi sui materiali

Endoscopia nel campo medico ma anche industriale

L’endoscopia è usata da molti anni in campo medico e attualmente viene sfruttata anche per i controlli non distruttivi sulle superfici dei materiali. Attraverso microtelecamere a fibre ottiche è possibile accedere ad aree interne difficilmente raggiungibili in altre maniere. Le telecamere hanno un diametro di pochi millimetri e vengono usate dei tecnici specializzati della Centrotest per valutare caratteristiche ed eventuali difetti strutturali senza compromettere lo stato fisico dei materiali. I controlli endoscopici non distruttivi vengono fatti con l’apparecchiatura RIDGID SEE SNAKE MICRO, un sistema di video ispezione portatile di dimensioni ridotte, che permette di raggiungere fessure sottili e passare attraverso curvature strette. La videocamera è sorretta da un’armatura in acciaio inox indistruttibile e duratura, così come le luci ad alta intensità che resistono alla corrosione e consentono una visione eccellente.

Apparecchi e personale qualificato

L’azienda Centrotest dispone di una apparecchiatura WELCH ALLYN, usata anche in campo medico e che offre un’accuratezza eccezionale sull’interno dei manufatti. Mediante il controllo endoscopico si risparmiano tempo e denaro, perché gli addetti usano apparecchi portatili che impiegano poco ad ispezionare tubi e manufatti industriali. Il personale che opera alla Centrotest possiede tutti i requisiti necessari per legge e i certificati ISO per effettuare i controlli endoscopi e visivi. I tecnici sono in grado di analizzare ogni tipo di materiale grazie ad un laboratorio attrezzato che ha gli apparecchi necessari per fare prove meccaniche, analisi chimiche e controlli della durezza. Le prove meccaniche analizzano la qualità dei materiali e la loro resistenza alla sollecitazione di una forza esterna.

Test non distruttivi su ogni tipo di materiale

Tutti i test non distruttivi sui materiali che vengono svolti dalla Centrotest si possono leggere nel sito Internet http://www.centrotest.com, dove è possibile scaricare una brochure e stamparla per leggerla con calma e conoscere meglio i metodi operativi dell’azienda. Oltre alle prove tecniche, nei laboratori vengono svolte anche analisi chimiche su leghe ferrose e non ferrose con metodo PMI basato sui raggi X; in questo modo si ottiene rapidamente la composizione chimica del materiale in esame. L’apparecchio usato è Niton XL2 Goldd Model XL2, in grado di offrire un’accuratezza eccellente della composizione del materiale. I pezzi da controllare vengono sottoposti a controlli di resistenza e durezza usando un apparecchio chiamato durometro, che utilizza un penetratore da spingere nel materiale, in grado di riferire i risultati attraverso una scala che ne determinerà sia il grado di durezza che di resistenza