Come funzionano le piattaforme di gioco online

I casino online stanno riscuotendo sempre più successo fra gli utenti che scelgono questa forma di divertimento in alternativa ai casino e alle sale giochi terrestri. Questa scelta è dettata dal fatto che gli utenti possono giocare agli stessi giochi presenti nei veri casino, scommettendo denaro e con la possibilità di ottenere delle vincite, anche di importi importanti. Il funzionamento dei casino online è molto semplice: bisogna innanzitutto iscriversi ad una piattaforma e, da quel momento, sarà possibile iniziare a giocare e divertirsi online.

Come si effettua la registrazione ad un casino online

Uno degli aspetti che gli utenti maggiormente preferiscono nei casino online è costituito dalla comodità e dall’accessibilità: è possibile, infatti, divertirsi comodamente con promozioni e bonus dei casino online italiani dal proprio dispositivo elettronico (PC, tablet o smartphone) in qualsiasi momento della giornata.

La prima cosa da fare è iscriversi ad una piattaforma di casino online e, a questo proposito, è essenziale sapere che la scelta del casino online non deve essere lasciata al caso.

È consigliabile, infatti, iscriversi ad un casino di quelli della lista AAMS che garantiscono un gioco trasparente e sicuro, con la possibilità garantita di riscuotere tranquillamente le eventuali vincite ottenute.

In ogni caso, la registrazione si effettua compilando il form di registrazione dove inserire i propri dati anagrafici (nome e cognome, codice fiscale e indirizzo di residenza).

Sempre in sede di registrazione bisogna poi indicare gli estremi di un documento di identità nonché l’username e la password per effettuare gli accessi.

Come aprire un conto gioco

Per poter iniziare a giocare ai propri giochi preferiti del casino online, scommettendo soldi reali, bisognaaprire un proprio conto di gioco, effettuando un deposito iniziale.

L’importo minimo di questo deposito può essere definito nelle linee guida della piattaforma oppure si può decidere di depositare quanto si vuole tramite diversi metodi di pagamento (carta di credito o di debito, bonifico bancario, PostePay o anche PayPal in alcuni casi).

A questo punto, sarà possibile iniziare a giocare o a scommettere ed, eventualmente, riscuotere le vincite, non prima però che la piattaforma verifichi l’esistenza del conto.

Questa verifica viene fatta inviando la copia del proprio documento di identità (lo stesso del quale si sono indicati gli estremi durante la registrazione alla piattaforma).

Il funzionamento di un casino online

Il successo di queste piattaforme di gioco è riconducibile al fatto che, come i casino veri e propri, anche quelli online sono costituiti come una organizzazione ben strutturata dietro la quale funzionano perfettamente diverse aree, tutte in comunicazione fra loro.

C’è il reparto marketing e comunicazione che si occupa, appunto, della comunicazione con i clienti (ad esempio, fornendo i bonus per incentivare i giocatori a continuare a giocare su quella piattaforma).

Il settore finanziario, invece, si occupa di pagare le vincite mentre il reparto della supervisione e controllo garantisce che tutte le partite vengano giocate in maniera trasparente e che non ci siano truffe o frodi.

Infine, l’assistenza clienti è sempre pronta a dare il proprio supporto ai giocatori sia in fase di registrazione sia durante tutta l’esperienza su quella data piattaforma.

Quanto costa appliccare un impianto fotovoltaico

Gli impianti fotovoltaici hanno, oltre al costo iniziale, degli ulteriori costi per permettere allo stesso la corretta funzionalità, la pulizia, la manutenzione periodica, l’eventuale sostituzione di elementi non funzionanti, eventuali interventi murari e l’assicurazione.

COSTO INIZIALE

Il costo iniziale varia in base al numero di pannelli che si sceglie di installare.

Per le abitazioni, solitamente, si installa un impianto fotovoltaico da 3kw ( composto da 3 pannelli ) e, il suo costo, si aggira intorno ai 10000 euro.

COSTI AGGIUNTIVI AL COSTO INIZIALE

Nel costo iniziale va tenuto conto anche di alcuni costi aggiuntivi:

– Prezzo del pannello ( circa 1000 euro per ogni pannello dunque 3000 euro ).

– Costi di installazione ed eventuali costi per strutture di supporto ( circa 2000 euro ).

– Costi di progettazione (sono molto variabili in quanto dipendono dall’accessibilità che ha il posto in cui dovrà essere installato l’impianto, questi costi comunque non superano i 2000 euro ).

– Eventuali costi di opere murarie da effettuare per poter installare l’impianto ( variabili in base al tipo di intervento ).

– Costo dell’inverter ( da 1000 a 1500 euro ).

– Costo dell’assicurazione ( circa 50 euro all’anno per ogni kw ).

– Costo delle pratiche burocratiche tra cui gestore elettrico, il GSE e il conseguente allaccio alla rete elettrica nazionale ( circa 350 euro per ogni kwp ).

– Costo per l’allaccio della fornitura elettrica ( costo molto variabile che parte da 190 euro per finire a 2000 euro e dipende dalla distanza tra punto di connessione e cabina di trasformazione ).

COSTI DI MANUTENZIONE E PULIZIA ANNUALE

Gli interventi di manutenzione dell’impianto vanno fatti obbligatoriamente ogni anno e non hanno costi eccessivi.

Bisogna però tenere presente eventuali costi per sostituire elementi rotti.

Il costo per la pulizia dei pannelli si aggira intorno ai 200 euro.

La spesa da affrontare, in caso vi fosse bisogno di sostituire l’inverter, è di circa 1000 euro.

Nell’eventualità in cui vi fosse bisogno di maggior potenza elettrica, dunque l’impianto dovrà produrre più energia rispetto agli impianti standard, per la propria abitazione si potrà scegliere di installare un’impianto con maggiore potenza termica.

I costi del fotovoltaico sul sito www.fotovoltaicosulweb.it